[video src="https://streaming.fidelityhouse.eu/video/304248-m.mp4" /]

Un papà passeggia per strada con la sua bimba. Quello che fa l’uomo con il cappuccio è terribile!

Stava passeggiando con sua figlia per strada quando ad un certo punto si trova ad affrontare uno degli incubi più ricorrenti di ogni genitore. GUARDA IL VIDEO SOTTO

Capita, purtroppo, nella vita di tutti i giorni di dover affrontare delle situazioni davvero molto difficili da gestire e del tutto inaspettate, capaci di trasformare una semplice giornata tranquilla in un vero e proprio incubo che nessuno vorrebbe mai vivere, soprattutto un genitore.

Lo sa bene l’uomo protagonista di questo video che quel giorno aveva deciso di portare con se la sua bambina per farla svagare un po’ e per farle prendere una boccata d’aria in giro per le strade della sua cittadina.

L’uomo però non avrebbe mai immaginato che quel giorno avrebbe dovuto fare i conti con le intenzioni di un malvivente trasformando quella che doveva essere una passeggiata rilassando nel peggiore degli incubi di ogni genitore.

L’uomo sta facendo degli acquisti in una bancarella e viene scrutato da un tizio con il cappuccio che sfrutta un momento di disattenzione di quel padre per prendere la bambina per il braccio e portargliela via.

Per fortuna il papà stringeva la mano di sua figlia ben salda ed ha avuto il tempo di reagire con un calcio in mezzo alle gambe del malvivente che ha dovuto così cedere la presa e scappare. I commercianti della zona hanno poi confermato che non era la prima volta che quell’uomo agiva in quel modo ma la polizia non è ancora riuscita ad acchiapparlo.

Altrettanto sconcertante sarà vedere quello che succede ad una donna che passeggia di notte in un parcheggio. Anche in questo caso un malvivente si avvicina alla donna, che era uscita per prendere una boccata d’aria e rilassarsi.

Le sue intenzioni non sono per nulla buone ma per fortuna le telecamere di sorveglianza del parcheggio immortalano la scena: ora è ricercato.

Comments

comments

You might also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *